opac, catalogo, online, servizi, biblioteca, sebina, eBook, PDF, fotografie, libri, prestito gratuito, Medialibraryonline

In ottemperanza del DPCM del 3 novembre 2020 e come misura di contenimento alla diffusione del coronavirus covid-19 è sospesa l’apertura dei musei e biblioteche fino al 3 dicembre.

 

Scopri le funzioni del portale

Il mio nome è Victoria

Donda, Victoria

2010

Abstract
Nel 1977 i genitori di Victoria Donda furono sequestrati e rinchiusi nella Scuola di Meccanica della Marina. Il padre fu subito ucciso, e la madre, incinta di cinque mesi, poté partorire prima di essere "giustiziata" attraverso uno dei famigerati "voli della morte" sotto gli occhi di suo zio, membro della polizia segreta. Nel tentativo disperato di imprimerle un segno di riconoscimento, la madre, prima di venire assassinata, era riuscita a cucirle un filo azzurro nei lobi delle orecchie. Adottata da una famiglia di militari, la bambina crebbe con il nome di Analía, ignara della sua storia. Fino a quando, ventisette anni dopo, grazie a una testimonianza anonima, venne contattata dalle Nonne di Plaza de Mayo e scoprì di non chiamarsi affatto Analía e di non essere quella che credeva bensì la "nipote numero 78". Ma soprattutto scoprì che l'inganno perpetrato dai militari durante la dittatura era sopravvissuto a più di venti anni di democrazia. Ad Analía è toccato così in sorte di "nascere" [...]
  • Lo trovi in
  • Scheda
  • Commenti
UM125@Bastia Umbra Biblioteca comunale

Biblioteca

  • Biblioteca comunale

Bastia Umbra Biblioteca comunale

Documento disponibile

Inventario
23659
Collocazione
MG 982.064 DONDV